Cecilia Pelleri, dopo una laurea in Fashion design e un corso di specializzazione presso l’Istituto Europeo di Design a Firenze ha deciso di non restare ferma ad aspettare il lavoro della vita ma si è rimboccata le maniche creando il suo brand.

 “Capo delle fate Studio” nasce senza dubbio  in un anno difficile soprattutto a livello lavorativo dopo diverse esperienze sia nel mondo del Fashion design che dello styling. 

Il brand si basa principalmente sull’upcycling fatto di capi sia pre che post consumatore. I primi sono realizzati utilizzando scarti di tessuti che non sono mai stati indossati ma sono recuperati dalle aziende a cui non servono più.  Nel secondo caso dei capi con una vita passata vengono trasformati in un oggetto completamente diverso o rivoluzionati con tecniche per dargli nuova vita. Il tutto è legato da una grande attenzione verso l’ecosostenibilità. 

Il brand realizza regolarmente delle mini capsule. Il primo drop  del 26 marzo presentava jeans, top, una giacca e accessori realizzati in denim con un gusto decisamente 90s, caratterizzati da tecniche come il bleaching e il tie dye. 

Il secondo è uscito il 19 maggio, ha come tema principale l’upcycling. L’obiettivo è quello di conferire al termine “scarto” un’accezione positiva che non è ancora così sdoganata qui in Italia ma speriamo possa farlo presto dato che all’estero ha già preso piede. 

Ogni capo è un pezzo unico e speciale realizzato da Cecilia interamente a mano. I dettagli e la cura dei capi sono curati con amore dalla designer che sottolinea nuovamente l’importanza di dare nuova vita al tessuto, creando nuove storie da raccontare attraverso quelli che lei chiama “capi dimenticati”.

NoSignal Magazine

You may also like

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

uno + 15 =

More in Moda