Ottimo fine settimana per il pilota riminese sul tracciato toscano, dove si è disputato il terzo round del Campionato Italiano Velocità

È stata una buona prestazione quella di Alessandro Zanca al Mugello, impegnato come wild card nel terzo appuntamento del Campionato Italiano Velocità. Un weekend solido, in cui il pilota del mondiale 300 è stato veloce e convincente, conquistando nelle due gare un settimo e un ottavo posto. Ma, al di là dei due piazzamenti finali, “Zanchino” ha confermato di essere un osso duro: per esser risalito dalla quattordicesima posizione in griglia, sì, per la confidenza dimostrata in sella e soprattutto per aver completato le due corse nonostante il dolore al braccio, provocatogli da una scivolata in cui un altro pilota gli è passato sopra. La contusione lo ha costretto a stringere i denti, ma il numero cinquantanove può essere orgoglioso e soddisfatto del lavoro svolto, anche in previsione del prossimo appuntamento del mondiale (a fine luglio a Most).

Quanto a gara1, Zanca è stato protagonista di una rimonta che lo ha visto tagliare il traguardo in settima posizione, dopo essersi giocato il terzo gradino del podio fino all’ultimo giro. Domenica 19, invece, allo spegnimento dei semafori è finito in fondo al gruppone, per un problema con il cambio, ma, giro dopo giro, è tornato sù fino all’ottava posizione, conservando il fastest lap per nove giri dei dieci in programma.

Complessivamente, il diciottenne italiano può ritenersi contento di quanto fatto: il lavoro svolto con la squadra gli ha permesso di mettersi alle spalle avversari con più esperienza, nel panorama nazionale e con il circuito, dato che Zanca non affrontava un weekend di gara al Mugello dal 2018, quando correva in PreMoto3.
Adesso testa alla prossima tappa del campionato del mondo Supersport300, prevista in Repubblica Ceca a fine luglio.

Luca Tealdi
Luca. Diciannove anni. Amo lo sport, la musica, la scrittura: trasmettere coi racconti un’emozione, un’esperienza vissuta, un qualcosa che ci ha segnato profondamente, è la cosa più bella che si possa fare. Buona lettura!

    You may also like

    Società

    Maracanà

    Io ricordo me da bambino, era il 2014 e la colonna sonora di ...

    Leave a reply

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

    17 − nove =

    More in Sport