«Non si volta chi a stella è fisso» diceva Leonardo Da Vinci. Queste sono le prime parole che si leggono a pochi passi da una porta che catapulta nel mondo della Gypsy Musical Academy.

Parliamo di una delle più prestigiose accademie professionali di arti performative in Italia. E il marchio Gypsy, che trova le origini nelle grandi comunità nomadi accomunate dalla lingua e dalle tradizioni, segna ciò che è proprio di chi ne fa parte: una famiglia che condivide l’amore per l’arte.

Parliamo un po’ di come è cominciato tutto.

Nata nel 2004 dalla brillante mente – e dal grande cuore – della direttrice Neva Belli Sacchetti. In pochissimi anni è stata accreditata come leader nella formazione del musical e dello spettacolo, nonché struttura più all’avanguardia del suo settore nel panorama torinese.

Offre più di 30 materie, aule danza attrezzate, due teatrini interni con impianto luci e audio, aree di musica e registrazione. Oltre a questo, dispone di sartoria, biblioteca e molteplici percorsi formativi per tutte le età, dalle tecniche più tradizionali a quelle più moderne. Ogni studente riceve un percorso formativo personalizzato per modellarsi a tutto tondo nelle discipline che compongono quello che è il bagaglio di un performer.

Inoltre, la Gypsy offre la possibilità di studiare con docenti di calibro internazionale, quali Vittorio Matteucci, Cheryl Porter, Bill Goodson, Reece Richards e tanti altri. Non di meno sono gli insegnanti che ogni giorno accompagnano i ragazzi nel loro percorso di formazione. Solo per citarne alcuni troviamo Tony De Gruttola, virtuoso della musica, produttore e direttore dell’Accademia Musicale Lizard Piemonte. Da menzionare Sergio Moses, protagonista nel colossal musicale I Dieci Comandamenti e Fulvio Crivello, regista di numerosi musical come Valjean.

Naturalmente, non si possono non citare alcuni dei successi più brillanti usciti da queste mura, sia dal percorso accademico che da quello professionale. Per chi ama il grande e il piccolo schermo, saprà che Aurora Ruffino, giovane ma già più che affermata attrice cinematografica, viene da Torino e appartiene alla grande famiglia Gypsy.

Chi invece mastica un po’ più il palcoscenico, avrà sentito senz’altro parlare del Jesus Christ Superstar, opera rock diretta da Massimo Romeo Piparo. Attualmente in tournée mondiale, il musical catapulta gli ultimi giorni di Gesù in un ambiente moderno e decisamente più irriverente. Al fianco di Ted Neeley, interprete storico del protagonista, veste i panni di Giuda l’ex allievo Feysal Bonciani. Questo giovane performer è stato anche vincitore del premio come miglior attore non protagonista agli Oscar del Musical italiano nel 2015. E come lui tanti altri ragazzi che si sono fatti strada nel mondo dello spettacolo a livello internazionale.

E se è vero che per un performer il palco diventa una sorta di seconda casa, la Gypsy è passata spesso all’ufficio anagrafe. Tra i suoi maggiori vanti, la partecipazione alla finalissima di Italia’s Got Talent nel 2019, grazie al golden Buzzer di Claudio Bisio.

E ancora, l’anno scorso si è esibita sul palco del prestigioso Teatro Alfieri con lo spettacolo The Greatest Showman, dove sono intervenuti più di sessanta elementi, tra cantanti, attori, ballerini e acrobati. Da non dimenticare altre produzioni professionali come Da Vinci, Indimenticabile Fellini, Showtime, Showbiz, Banana Flambe e molti altri.

Ma come funziona un’accademia di musical?

La risposta potrebbe stupire, ma un’accademia funziona come una vera e propria scuola a tempo pieno. Ad esempio, una classica giornata ‘gypsina’ parte alle 8.30 in punto con un riscaldamento fisico e vocale. Si dà poi il via alle lezioni e, chi lo desidera, può frequentare corsi fino a chiusura, alle 22.00. Questo perché viene data la possibilità agli studenti di trattenersi nelle aule oltre le ore di lezione mattutine e pomeridiane per poter studiare autonomamente. Perché se è vero che l’emozione è la prima cosa che deve arrivare agli occhi del pubblico, è anche vero che dietro ogni singolo movimento, sussulto e sillaba a cui si assiste normalmente andando a teatro o a cinema ci sono ore di minuzioso studio, alle volte «matto e disperatissimo» come diceva Giacomo Leopardi.

Una delle ragioni che rendono la Gypsy unica nel suo settore sta nel riuscire a venire incontro alle esigenze di tutti. Per chi decide di intraprendere un vero e proprio viaggio a 360° c’è l’opzione di entrare, dopo aver superato un’audizione di ammissione, al percorso accademico triennale intensivo. Chi invece ha tempo solo la sera ma vuole comunque ricevere una formazione completa, c’è il percorso professionale full, sia per adulti che per adolescenti. Ma la scuola offre la possibilità anche a chi vuole approfondire le materie per pura passione di studiare con validi insegnanti durante i corsi amatoriali di danza, canto, recitazione e musical.

Quindi, se queste poche parole vi hanno incuriosito abbastanza, allora c’è una grande notizia per voi: nei prossimi mesi, la Gypsy tornerà in scena con il musical Frankenstein Junior tratto dall’omonimo film di Mel Brooks. E a dirigerlo ci sarà Claudio Insegno, uno tra i più affermati registi teatrali su territorio nazionale, che già ha collaborato con la scuola per la messa in scena di Sweet Charity, altro pilastro del repertorio musical.

Non solo: Insegno, come il già citato docente Fulvio Crivello, è attualmente al lavoro con una serie di masterclass intensive per studenti esterni all’accademia e che vogliono cimentarsi nello studio di personaggi tratti dal mondo dello spettacolo. Queste iniziative fanno parte del progetto Scorribande metropolitane, attivo su Torino fino a fine dicembre.

Un’altra chicca arriverà nell’ultimo week-end di novembre. Infatti, sarà ospite dell’accademia il cantautore Antonio Calò (in arte Tony Bungaro) per una full immersion nel mondo della musica e della composizione.

Cosa aspettate, allora? Cappelli e cappotti, è ora di fare un giro (o una piroetta, come dicono i ballerini) in via Luigi Pagliani 25, a pochissimi passi dalla fermata della metro Carducci.

Illuminate anche voi il vostro sogno!

Per info: 0110968343

Email: info@gypsymusical.com

Alla prossima pillola di teatro su Nosignal Magazine!

Giulia Cerino
Aspirante attrice/cantante/derelitta dello spettacolo proverà a parlarvi del teatro e delle sue mille camere segrete. La mia ossessione? Non accontentarmi mai, fare sempre nuove esperienze. La scrittura? Il primo passo di una nuova avventura, o forse la riscoperta di un vecchio amore. Spesso troppe metafore, ma dai, in fondo tutti abbiamo difetti. Ogni mese una nuova storia, un nuovo mondo da raccontare e su cui riflettere, perciò...viaggiate con me.

You may also like

Società

Maracanà

Io ricordo me da bambino, era il 2014 e la colonna sonora di ...

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

sette − 3 =

More in Società