Anni fa, quando l’ultimo mese dell’anno apriva le sue porte, mi poneva davanti quella che io ritenevo l’unica strada da seguire, chiamata “Io inizio da Gennaio”. “Io inizio da Gennaio” è stata la più grande scusa della mia vita per tantissimo tempo. Mi faceva sentire sicura, protetta, anche perchè il 90% delle persone attorno a me stavano facendo la stessa cosa. E quindi via a cene di Natale organizzate all’ultimo solo per mangiare di più, a merende a base di cioccolata calda con panna, a pranzi solo di lasagne e gnocchi perchè tanto i kg presi ora a Gennaio andranno via.

In tutto questo mondo decorato di mascarpone e panettone, canditi e tronchetti al cioccolato, vuoi mica osare ad entrare in una palestra. Eh no, si inizia tutto a Gennaio. E finiva sempre così, arrivavo il 30 Dicembre che mi scattavo una foto e mi guardavo con un tale sconforto e ribrezzo, che tutto il mio aver rimandato mi feriva con un coltello. Mi chiedevo perchè mi fossi lasciata andare, perchè avessi peggiorato una situazione che facilmente avrei risolto. La risposta era semplice: non avevo scelto me. Non avevo scelto il mio benessere, la mia salute, la mia autostima. Avevo scelto di lasciarmi andare a quel momento di goliardia che era stato bellissimo, intrigante, divertente e sfuggente come un bacio, ma che allo stesso tempo mi aveva dato un senso di pesantezza e di delusione così forti che li ricordo come se fosse ieri.

In realtà il Natale non fa ingrassare. Il Natale profuma di casa, di famiglia, di amici, di abbracci, di tazze calde, di mani intrecciate, di risate dei bambini, di neve e anche di cibo, ma è tutto una questione di scelte. Scegliere la strada del “Io inizio a Gennaio” è la più comune, la più facile, ma veramente rinuncereste a tutto, ad un piccolo successo o soddisfazione per circa 13 pasti su possibili 100 che farete da qua alla fine delle feste? (una media di 5 cene prenatale, 6 pasti tra Natale e S. Stefano, 2 di Capodanno) Con questo discorso non voglio dire che a Natale non si debba mangiare, sono io la prima che quando arrivano quei giorni di festeggiamenti non pensa a nulla se non a respirare a pieno quelle giornate, però non ritengo giusto rimandare tutto e rinunciare al bene per se stessi.

Lo ripeterò all’infinito: abbiamo due case, la terra e il nostro corpo, prendiamocene cura. E quindi sceglietevi, ogni giorno, ogni ora, ogni minuto e quando arriverano le feste anzichè farvi ingannare dagli occhi, che hanno più fame dello stomaco, lasciatevi andare agli abbracci, ai sorrisi, alle confidenze, a tutto ciò che rende magico il Natale.

Non scegliete la strada del “Io inizio a Gennaio”, iniziate quella più giusta per voi, dove è sicuro che quando arriverà il fatidico inizio del nuovo anno, pesantezza e delusione lasceranno il posto a soddisfazione e determinazione.

NoSignal Magazine

You may also like

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 + undici =

More in Cucina