Con la vittoria del 10 Luglio, Novak Djokovic aggiunge nella sua cabina dei trofei il settimo scettro del campione di Wimbledon, il più antico e importante nel mondo del tennis. Ma nella sua lunghissima storia Wimbledon ha ospitato centinaia di campioni, e alcuni di loro hanno letteralmente dominato il torneo.

Logo di Wimbledon

I primi re: William Renshaw e i fratelli Doherty

Nel 1881 ha inizio la quinta edizione del torneo di Wimbledon ed un giovane William Renshaw vince il torneo, sconfiggendo il tennista e sacerdote John Hartley, che vinse il torneo nel 1879 e nel 1880, in una finale durata appena 37 minuti. William Renshaw vinse quella e le successive 5 finali, più un’altra finale vinta nel 1889, prevalendo in quel caso sul fratello Ernest (anch’egli vincitore, nel 1888).

Dopo dieci turbolenti anni, nei quali la corona di Wimbledon fu detenuta da vari campioni, arrivò Reggie, il maggiore dei fratelli Doherty, che tenne la corona per quattro edizioni di fila (dal 1897 al 1900). Fu però Laurie, il minore, a vincere ancor di più: dal 1902 al 1906 rimase imbattuto.

William Renshaw, 7 volte vincitore

pre-guerra: Gore e Wilding

Gli anni ’10 del ‘900 furono caratterizzati dallo scoppio della prima guerra mondiale, che impedì lo svolgersi del torneo. Arthur Gore, che vinse il torneo nel 1901, vinse nuovamente nel 1908 e nel 1909, alla veneranda età di 41 anni. Gore inoltre è conosciuto per le sue 36 partecipazioni al torneo, dal 1888 al 1927, anno del suo ritiro. Sarà Anthony Wilding a decretare la fine del dominio di Arthur Gore, vincendo dal 1910 al 1913. In seguito Wilding si arruolò e morì nei campi di battaglia due anni dopo il suo ultimo trionfo. L’ultimo vincitore del torneo, prima dello scoppio della guerra, è Norman Brookes, che vinse anche nel 1907.

Arthur Gore, tra il 1888 ed il 1927 ha partecipato 36 volte al torneo

Il dominio francese negli anni ’20

Finita la guerra Wimbledon riaprì i battenti, e i primi a vincere furono l’australiano Patterson e l’americano Tilden, quest’ultimo all’epoca era conosciuto come il giocatore americano più forte in circolazione. Dal 1924 al 1930 il torneo vide il dominio dei francesi. In ambito femminile fu la Lenglen prevalere, per sei edizioni giocate tra il ’19 e il ’25, in mabito maschile furono i famosi quattro moschettieri a contendersi il titolo. Il dominio francese fu spezzato da Bill Tilden, che vinse il terzo Wimbledon nel 1930.

“I quattro moschettieri”

Anni ’30 e ’40: i primi vincitori del grande slam

Gli anni ’30 vengono riconosciuti come gli anni in cui viene creato il cosiddetto Grande Slam. I quattro tornei più famosi dell’epoca iniziano ad essere conosciuti da tutti i giocatori del mondo. Fred Perry e Don Budge furono i primi giocatori a vincere tutti e quattro i tornei dello slam. Perry vinse tre edizioni di Wimbledon a metà degli anni ’30, Budge invece vinse Wimbledon e gli altri tre tornei dello slam tra il 1937 e il 1938.

Fred Perry, primo giocatore a vincere tutti e quattro i major

Dopo guerra: tra America e Australia

Tra gli anni ’40 e ’60 Wimbledon venne più volte vinto da giocatori americani e australiani, ma nessuno di loro riuscì a difendere il titolo. Solo Lew Hoad (1956-1957) e Rod Laver (1961-1962) riuscirono a vincere Wimbledon più volte.

Rod Laver, 4 volte vincitore del torneo e unico giocatore ad aver completato il grande slam due volte

Era Open: da Laver a McEnroe

Nel 1968 il torneo, insieme a tutti gli altri in tutto il mondo, viene aperto anche ai professionisti. Rod Laver, già vincitore nel 1962 (anno in cui vinse tutti e quattro i major da giocatore amatoriale) vinse nuovamente il torneo, e si ripetè anche nel 1969, anno in cui vinse nuovamente tutti i major, ma stavolta da professionista. Ad oggi Rod Laver rimane l’unico giocatore, in era Open, ad aver vinto tutti e quattro gli slam nello anno.

Tra il 1974 e il 1984 Jimmy Connors e McEnroe vincono in tutto 5 titoli, divenendo, insieme ad Arthur Ashe, gli ultimi americani fino agli anni ’90 a conquistare il torneo. In quegli anni, però, a prevalere fu Bjorn Borg. Lo svedese tenne la corona per cinque edizioni consecutive, tra il 1976 e il 1980.

Borg e McEnroe, diedero vita ad una grande rivalità tra gli anni ’70 e ’80

Anni ’90 e 2000: Sampras e Federer

Negli anni ’80 si assistì al predominio di Becker ed Edberg, che vinsero rispettivamente 3 e 2 titoli tra il 1985 e il 1990.

Nel 1992 l’America torna campione con Andre Agassi, ma è con Pete Sampras che si raggiunge la storia. Sampras, tra il 1990 e il 2002, vince 14 slam e, tra il 1993 e il 2000 viene sconfitto una sola volta (nel 1996). Sampras raggiunge così il record di Wlliam Renshaw, vincendo il settimo Wimbledon all’inizio del nuovo millennio.

Pete Sampras, 7 volte vincitore tra il 1993 e il 2000

Nel 2001 Sampras viene sconfitto agli ottavi, da un giovane svizzero: Roger Feder. L’elvetico vince il torneo nel 2003, e difende il titolo per altre quattro edizioni. Perde per la prima volta, dopo 41 vittorie consecutive, in una finale rimasta nella storia contro Rafael Nadal. Federer conquista il sesto titolo nel 2009, e pareggia il record di Sampras e Renshaw nel 2012. L’elvetico diventa poi il re di Wimbledon nel 2017, diventando il primo e unico giocatore ad aver vinto il torneo otto volte.

Roger Federer, unico giocatore ad aver vinto il torneo 8 volte

L’arrivo di Djokovic e di Murray

Nel 2010 Nadal vince il suo secondo titolo, ma non riesce mantenere la corona l’anno successivo, venendo sconfitto da Novak Djokovic. Il 2013 è l’anno di Murray, battendo Djokovic in finale e diventando il primo tennista britannico a vincere Wimbledon dopo 77 anni (l’ultimo fu Fred Perry nel 1936). Nel 2014 e nel 2015 Djokovic riconquista il trofeo, battendo entrambe le volte Federer. Nel 2016 vince nuovamente Murray. Djokovic vince ancora nel 2018 e nel 2019, battendo Federer nella finale più lunga nella storia del torneo.

Nadal e Murray, entrambi hanno vinto il torneo 2 volte

Nel 2020 il torneo non viene disputato a causa della pandemia Covid 19, mentre nel 2021 Djokovic torna a vincere. Dopo la vittoria del 2021, dove il tennista serbo conquista il ventesimo slam, torna a vincere nel 2022. Con quest’ultima vittoria, Djokovic ha vinto il settimo trofeo dei championships.

Novak Djokovic, 7 volte vincitore del torneo

Detto questo, riuscirà Djokovic a vincere il quinto Wimbledon consecutivo l’anno prossimo?

Daniele Romano
Mi chiamo Daniele e vengo da Palermo. Sono uno studente di professione, lettore per passione, scrittore a tempo perso. Amo imparare e scoprire attraverso il dialogo con gli altri.

You may also like

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

20 − otto =

More in Eventi