Versace, uno dei marchi di alta moda più conosciuti e prestigiosi al mondo. Fondato da Gianni Versace con i fratelli Santo e Donatella. Noto per l’estro e la creatività dei suoi capi.

Fratelli Versace

1978 la prima collezione di Gianni Versace

Gianni Versace, già all’epoca stilista nel 1972 si sposta dalla Calabria (regione natale) a Milano.

Lavora per alcune ditte di confezioni abbigliamento (ex: “Florentine Flowers”)e riscuote grande successo.

Decide quindi di rimanere a Milano e di lavorare per la creazione di una sua griffe.

Nel 1978  Gianni, il fratello Santo (laureato in economia) e Claudio Luti (Presidente e proprietario di Kartell spa, azienda leader nel settore del design),fondano Versace e arriva la prima collezione in passerella.

Vogue

Donatella

Negli anni 80 si unisce al progetto Donatella, la più piccola dei tre fratelli, all’epoca venticinquenne.

Inizialmente si occupa della comunicazione, le pubbliche relazioni e l’immagine del brand.

Un marchio dall’identità dirompente 

Fin dai primi anni dopo la creazione, in particolare negli anni 80 Versace si caratterizza per la sua natura estrosa e fuori dagli schemi.

Nel 1992 infatti, per la collezione autunno i fratelli Versace lanciano dei capi in stile sadomaso che ovviamente lasciano tutti a bocca aperta per non parlare dei conservatori del fashion.

Vogue

L’obbiettivo di Gianni in particolare era di arrivare alla gente e stupire, tantoché il logo scelto per la maison è proprio la testa di Medusa (figura della mitologia greca).

“Quando le persone guarderanno Versace, dovranno sentirsi atterrite, pietrificate, proprio come quando si guarda negli occhi la Medusa”

-Gianni Versace 

logo

La svolta

Nel 1995 Gianni viene nominato dalla rivista Time “uomo del momento”.

Gianni permette al marchio di evolversi in continuazione con nuovi elementi e principi per la creazione dei capi sempre più stravaganti e sexy.

Dal punto di vista del mercato punta al meglio e investe facendo sì che Versace abbia negozi a Milano e New York.

Inoltre proprio in questo periodo entrano a far parte della grande famiglia Versace alcune delle donne più belle dell’epoca come Naomi Campbell, Carla Bruni, Claudia Schiffer.

15 luglio 1997 l’assassinio di Gianni Versace

drexcode

Gianni Versace muore sugli scalini della propria abitazione a Miami Beach a causa di due colpi di pistola per mano di Andrew Phillip Cunanan (serial killer statunitense inserito nella lista dei ricercati più pericolosi degli Stati Uniti.)

Di seguito, il video della seconda commemorazione Funebre nel duomo di Milano, a cui hanno partecipato anche la principessa Diana, Elton John, Sting e Naomi Campbell:

«Con la morte di Versace l’Italia ed il mondo perdono lo stilista che ha liberato la moda dal conformismo, regalandole la fantasia e la creatività.»

-Franco Zeffirelli 

Dopo la morte del fratello Gianni, Donatella prende in mano la direzione creativa del brand con enorme successo.

Michael Kors & Versace 

Michael Kors acquisisce Versace

Nel 2018 la maison Versace viene acquistata dal gruppo USA Michael Kors per il valore di 1,83 miliardi di euro.

Questo però non ha variato il ruolo di Donatella come direttore artistico, una carica che probabilmente nessuno sarebbe in grado di portare avanti come lei. 

Donatella Versace

“Lo stile iconico di Donatella è al centro dell’estetica del design di Versace. Lei continuerà a guidare la visione creativa dell’azienda. Sono entusiasta di avere l’opportunità di lavorare con Donatella sul prossimo capitolo di crescita di Versace”, -John D. Idol, Chairman and Chief Executive Officer di Michael Kors Holdings.

Francesca Unia
Ciao! Sono Francesca ho 17 anni vivo a Mondovì (CN) frequento il liceo Artistico di Cuneo. Mi occupo dell'ambito moda & fashion, mi piacerebbe trattare nuove tematiche per confrontarmi con gli altri

    You may also like

    Leave a reply

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

    quattro × 1 =

    More in Moda